La collezione ‘milagros’: le spille cuore sacro

È arrivato il primo giorno di primavera (il secondo per la verità) ed è il  giorno che avevo scelto ufficialmente per  presentare le mie ultime creazioni: le spille  milagros.

L’idea del cuore sacro mi è arrivata direttamente dalle fridiñe, fra cui il modello sacred heart, è stato uno dei più apprezzati (qui). 
Questi cuori rappresentano un evento miracoloso nelle nostre vite, ed io ho pensato a loro per celebrare i piccoli e grandi miracoli che si realizzano per noi  ogni giorno; ma voglio spiegarmi meglio, per me un miracolo è un momento entusiasmante, un amico ritrovato, una felice novità, un traguardo importante…quelle cose che danno senso a un momento  qualunque rendendolo memorabile. Per alcuni queste cose accadono per fede, per altri per il caso, per altri sono il risultati del coraggio, della forza e dell’impegno con cui affrontiamo le difficoltà che ci si  presentano davanti. 

Preziose e da custodire con cura, sono colorate e brillanti come nella tradizione folk sudamericana e ho deciso  che sarebbero state delle spille; adesso, non so voi ma io ho sempre molta difficoltà capire come indossarne una, dunque mi sono documentata e mi è venuta l’idea di realizzare un piccolo servizio fotografico per mostrare alcuni modi in cui si può indossare una spilla, giocando un po’ con gli accessori.

È stata l’occasione per sentirmi una fotografa di moda (divertentissimo) con la mia amica Paola aka la petite plume come modella d’eccezione. La grazia di Paola (ma quanto è bella lei?), la luce di una finestra e una reflex, sono stati gli ingredienti del photoshooting e  il mio salotto la location. Vi lascio alle foto sperando vi piacciano … e voi quale milagros preferite? 

DIY faux tillandsia

Da circa un anno cerco nei fiorai e vivai della mia città la tillandsia; nella varietà aerea si tratta di quelle magiche piantine che crescono senza bisogno di essere interrate e senza radici. Il risultato è stato deludente, per ora nessuno le ha in commercio.

La settimana scorsa mentre riflettevo su questo fatto mi è venuta l’idea di provare a fare le tillandsia con la carta: delle finte piantine delicate che potessero soddisfare temporaneamente la mia smania di averne una! Il risultato è questo è voglio condividere con te il procedimento.

Materiale

  • Carta da disegno
  • Acquerelli verde e blu
  • Pennello
  • Forbici
  • Stuzzicadenti
  • Colla stick

Procedimento

Con l’acquerello creare una tonalità grigio verde molto tenue e colorare la carta con delle delicate velature.

Una volta asciutta la carta, tagliare molti sottili spicchi di lunghezza variabile, e successivamente, utilizzando lo stuzzicadenti curvare i ritagli.

Spezzare lo stuzzicadenti a metà e utilizzarne una come base per i collare i ritagli. Usare la colla stick e applicare le foglie a raggera fino a quando la piantina sembrerà sufficientemente folta. Incollare un paio di foglie anche sul fondo nella direzione opposta alle altre e rifinire con una striscioline di carta la base della piantina. Il tocco finale? Usare lo stuzzicadenti per curvare le foglie più lunghe in varie direzioni (ultima immagine del collage). Se si desidera una piantina più grande è suffiente usare un pezzo di cannuccia come base e delle foglie un po’ più grandi.

Non resta che trovare il posto giusto per adagiare la nostra delicata piantina di carta, ad esempio farà davvero un bell’effetto su un pezzo di legno recuperato dal mare!Spero ti sia divertita e alla prossima craftcosa 😘

La Pillola della domenica: “Llama DIY ispiration”

Ciao e buona domenica. Oramai sono gli animali più fighi della craftsfera, sfruttando un doppio canale, la loro fotogenicità da un lato e dall’altro i tanti giochi di parole che si possono fare con il loro nome (Como te llamas? No Drama llama. No probllama… ), hanno ormai scalato la vetta dell’animale più figo del momento; sono i Lama, i tipici, simpatici camelidi peruviani.

llama

Io ho scovato alcune ispirazioni fai da te  e free printable che è necessario condividere qui; spero sia cosa gradita. Baci!


123 – 4

Gli stupendi timbri di Lili Arnold (la prima pillola della GdD) 

Torno, dopo una lunga pausa, a raccontare cosa questa settimana mi ha rapito gli occhi 👀. La gita della domenica infatti manca davvero da tanto tempo e il motivo è intuibile, mancanza di tempo. Da quando ho iniziato a lavorare alle fridiñe spesso il weekend è dedicato a loro. Ho pensato allora di trasformare questo appuntamento domenicale in “pillole della gita della domenica”. Si perché di ispirazioni da condividere ne ho sempre ma ho meno tempo per approfondire e per stendere un articolo ricco di immagini e riferimenti. Da oggi dunque lancio la formula pillola, e lo faccio segnalando un profilo IG da seguire.

Si tratta del profilo di Lili Arnold. Lei è una artista americana e più precisamente californiana, che incide nella gomma timbri dettaglatissimi di piante grasse selvatiche del deserto. Usa una tecnica particolare per cui riesce a creare sfumato precise simili a quello di un vero dipinto, guardare per credere…sul suo profilo trovate anche dei video.

Da patita delle piante grasse e dell’arte non potevo che innamorarmi perdutamente. Alla prossima! 😘