È arrivata “Linn” di Brabantia

È davvero un piacere essere coinvolti da un’ azienda che ami per testare e promuovere un prodotto che trovi bellissimo. Brabantia in concomitanza con la presentazione della nuova collezione Linn, ha pensato di far conoscere i nuovi prodotti promuovendoli anche attraverso il mondo del blogging e di instagram.

L’azienda olandese produce accessori per la casa che la rendono più organizzata e più bella in un solo tempo, perché anche gli oggetti meno accattivanti (vogliamo citare ad esempio i bidoncini per la raccolta dei rifiuti? O gli stendini di plastica?) possono diventare a pieno titolo oggetti d’arredo, dal design moderno fresco e nordic style. Per vedere tutti i loro prodotti vai a vedere qui. Inoltre l’azienda è attenta all’ecosostenibilità e l’attenzione per i materiali e le fasi di produzione ha soddisfatto anche la mia anima green.

Ho ricevuto un magnifico organizer Linn che è contemporaneamente:

  • un appendiabiti
  • uno stendino per il bucato
  • un espositore per areare e ravvivare gli abiti chiusi nell’armadio
  • un posto per tenerli ben appesi dopo la stiratura.

Questo oggetto così utile e versatile ha con due griglie che si possono collocare ad altezze diverse, e che in combinazione con le grucce in alluminio, furbissime perchè consentono di infilare le magliette dal collo, e il robusto cesto portabiancheria, diventa davvero un alleato perfetto per chi, come me, ha sempre sgabelli e altri supporti ricoperti di vestiti semistirati, semipuliti o semiscuciti. Ma insieme alla sua versatilitá il punto fi forza di Linn è la sua bellezza, il suo design dalle linee pulite lo rende piacevole da vedere in qualsiasi ambiente della casa.

Potrebbe stare bene anche nel mio corridoio, seppure sarebbe molto più utile nella verandina che solitamente è occupata dalla ingombrante bruttezza dello stendino di plastica…

Il montaggio è stato molto semplice e senza bisogno di attrezzi perchè è tutto in dotazione; la mia Linn, in bianco e nella misura piccola, mi ha conquistata sia per la sua preziosa utilità che dalla sua bellezza nordic-style! Per questo, per adesso io e mr V. pensiamo di inserire la Linn in camera da letto per appendere i vestiti che vogliamo indossare il giorno seguente e per riporre il copriletto e i cuscini ‘di troppo’. Per noi al momento è davvero la chicca che fa la differenza. Nulla ci impedisce di cambiare idea e collocare Linn da un’altra parte… Intanto che ne dite del risultatato? Ecco a voi il prima e dopo 👇

Adesso è arrivato il momento di lanciare la bomba e di dirvi che c’è una Linn identica a questa in regalo per uno di voi! Cosa devete fare? Solo lasciare un commento qui 👇 in cui descriverete quale angolo di casa vostra avrebbe bisogno di questo accessorio. Tra i vostri commenti sceglierò quello che mi ha convinta di più per originalità e simpatia. Il vincitore riceverà poi direttamente da Brabantia a casa sua lo stesso set scelto da me (Linn bianca piccola, grucce in alluminio e cestino) per un valore di quasi 200 euro. Perchè non provare? Avete tempo fino al 21 Novembre.

Annunci

Sono arrivate “le Cementine”!

Un misto di emozione e preoccupazione è forse uno dei sentimenti più diffusi per chi propone una nuova idea handmade; è così comune tra le creative che probabilmente si dovrebbe coniare un nome per questo sentimento … emoccupazione può rendere bene?

Ogni volta che devo presentare una nuova collezione penso a quanto sia difficile descrivere il percorso di idee e sentimenti che culmina in questo momento, rendere pubbliche le nuove creazioni.

Ci proverò comunque. Da un anno circa avevo un’idea che col tempo si è trasformata in un chiodo fisso: realizzare dei ciondoli che fossero delle piccole cementine; come loro dovevano avere i tipici disegni simmetrici e i caldi polverosi colori delle graniglie. Queste collane dovevano rappresentare un simbolo d’amore per l’interior design, ma anche d’amore per il recupero della bellezza vintage, l’amore per l’artigianalitá di chi le realizza ancora oggi a mano. Immaginavo l’eleganza delle linee e il potere che avrebbero avuto di regalare stile nell’abbigliamento come già fanno nell’arredamento.

L’idea si è ben delineata subito e mi attraeva tantissimo ma non sapevo da dove cominciare. Dapprima avevo pensato di realizzarle su legno, come tutte le mie altre creazioni, ma non mi ha mai convinto questa opzione perchè qui serviva il giusto peso.

Lo spessore, la consistenza, la porosità, la trama e persino la temperatura erano elementi essenziali dell’oggetto che avevo in mente almeno nella stessa misura del disegno e del colore. Poi ho ripensato al bel corso di ceramica di un paio di anni fa e la lampadina si è accesa. Ho chiesto alla mia amica e maestra di ceramica di aiutarmi in questa mia idea e ho trovato disponibilità e ottimi consigli. Quindi è arrivata la parte della ricerca dei pattern e dei colori e ho scoperto possibilità infinite, ho cominciato a divertirmi e ho capito che la strada era giusta.

Ecco dunque #lemiecementine (ashtagh ufficiale!) sono quadrati di ceramica bianca decorati in sei disegni differenti e con una palette molto ristretta di colori, uno o due al massimo per ognuna, hanno la forza espresdiva delle cose semplici e io ne sono molto soddisfatta tanto che non escludo di ampliare “la famiglia”. Infatti sto creando un album di cementine vintage e moderne, dalle più particolari alle più semplici e ho già un paio di nuove idee pronte sulla rampa di lancio.

Per oggi credo davvero di aver detto tutto, aggiungo soltanto “maneggiare con cura” e spero che #lemiecementine vi piacciano quanto piacciono a me. Prima di lasciarvi ancora un’ultima cosa, voglio rivolgere un grazie speciale alle mie amiche Paola e Paola che si sono prestate a farmi da modelle regalandomi queste belle foto e un sacco di risate 💚.

L’autunno è più morbido con daunenstep

Eccoci infine arrivati all’autunno, quello delle giornate che si accorciano e delle temperature che si abbassano; l’autunno però è anche la stagione in cui si riscopre il piacere di godere dell’intimità e del calore della casa e si riaccende la voglia di coccole.

A rendere più morbido il mio autunno quest’anno ci hanno pensato quelli di Daunenstep. Nei panni di blogger “Casa Facile style” sono stata selezionata come tester per alcuni prodotti della nota ditta altoatesina che produce, da più di un secolo imbottiti di piume.

Ho ricevuto due guanciali di piume, i modelli Piuma e President, il primo adatto per chi dorme sia sul fianco che in posizione supina e il secondo adatto per tutte le posizioni. President è andato a Mr V. che dorme principalmente supino; è uno dei cuscini più venduti ed è antiacaro e anallergico. È un cuscino a doppia camera fatto di piumetta internamente ed esternamente di piumino. Io ho scelto Perla un cuscino costituito da una morbida fodera di piumino con una comoda zip che racchiude due strati trapuntati di piumetta: immaginate la comodità di poter ‘svuotare’ o ‘riempire’ il guanciale sulla base delle proprie esigenze. Per me che mi addormento sul fianco abbracciando il cuscino, per poi cambiare posizione ripetutamente (mi muovo in continuazione!) mi sembra l’ideale sopratutto perchè un guanciale di piume promette grande confort.

Si sa che il sonno ha un ruolo molto importante nelle nostre vite, in grado di influenzare positivamente o negativamente le nostre giornate ed è proprio il guanciale a dover dare sostegno e sollievo a collo e cervicale dopo lunghe giornate passate a leggere scrivere e dipingere sembre con la testa china.

Da oggi quindi io e mr V. abbandoneremo i nostri attuali guanciali, di lattice anatomico (lui) e in memory (io) per testare i nuovi guanciali Daunenstep e verificare come cambierà il nostro riposo; valuteremo il confort, l’anallergicità (io sono allergica agli acari), il sostegno per il collo e la sensazione al risveglio. Valuterò la qualità del mio sonno e quanta energia avrò nelle mie lunghe giornate a scuola. Tra circa un mese ci esprimeremo su come è andato questo periodo, quindi seguitemi anche sui social. Non mi resta che dire pronti, partenza e buon riposo!

MEST: tradizione e modernità ‘made in Puglia’

Con entusiasmo ritorno a parlare su queste pagine di artigianato ‘made in Puglia’, un tema che mi appassiona molto, cosa di cui non ho mai fatto mistero neanche su queste pagine (vedi qui e qui). La Puglia è così, semplicità e sapienza, luce, terra e cielo; un insieme di tradizioni e suggestioni che si lasciano amare così facilmente, sopratutto se c’è chi riesce a tradurlo in un linguaggio fresco e moderno.

MEST è una nuova realtà che nasce da un team di designer ha trovato il modo di migliorare qualcosa ai miei occhi già perfetto, mantenendo la tipicità, esaltando la semplicità e aggiungendo un tocco “japandi” a complementi e accessori di design tipici della mia Puglia. I materiali naturali lavorati a mano, i colori desaturati e luminosi, il design e il decoro minimale sono alcuni dei tratti distintivi della collezione di Mest.

Conosco bene Enrica (qui il suo blog) una delle menti creative che hanno portato alla nascita di Mest e l’ho intervistata per voi:

Chi c’è dietro Mest?

“Siamo dei professionisti nel campo dell’Architettura e dell’Interior design che hanno scelto di rimanere in Puglia perchè anche se abbiamo per anni sentito il desiderio di andare via, abbiamo compreso la bellezza della parte più autentica nascosta nello stile di vita del caro al vecchio Sud

Cosa intendete per “stile di vita del caro vecchio sud”?

“Quel ritmo lento, che non riesce proprio a correre e anzi trova persino il tempo di riposarsi.
Quelle campagne, che ora tutti vogliono visitare, sono diventate, ora per noi, lo scenario preferito dove uno stile di vita basato sulla semplicità e bellezza può essere celebrato e fatto conoscere”

Quindi anche i mestieri “di una volta” ricorrono in questo stile di vita?

“Certo, attraverso gli Antichi Mestieri e le creazioni di chi dalla Puglia non è mai andato via, abbiamo deciso di far conoscere un nuovo Valore aggiunto, una nuova Estetica fatta di linee semplici, senso dell’Unicità e valore della Qualità.
Con Mest vogliamo riuscire a raccontare la parte più bella e vera della Puglia e delle persone che la abitano, rendendola con le proprie quotidiane tradizioni un luogo speciale dove voler tornare”

Come avete immaginato di raggiungere questo obiettivo?

“Attraverso i nostri prodotti che sono una accurata selezione di oggetti che raccontano storie mediterranee.
Scegliamo i nostri partners tra le migliori botteghe artigiane pugliesi,
selezioniamo una collezione di prodotti per la casa e rendiamo accessibile la bellezza mediterranea a chiunque, ovunque.
Rappresentiamo al meglio la nostra collezione, realizzando immagini che ritraggono i prodotti in location di charme per esaltarne le potenzialità, e valorizzare lo storytelling delle botteghe”

Come è possibile acquistare i vostri prodotti?

“Vendiamo direttamente tramite una piattaforma e-commerce (link qui) oggetti di dimensione medio-piccola legati principalmente alla decorazione di interni, selezionati secondo i criteri che ho esposto prima”.

A conclusione dell’intervista gli amici di Mest mi hanno fatto un regalo: hanno voluto riservare uno sconto sul loro shop a chi vorrà: basta usare il codice MEST&CRAFT . Grazie!