La GdD: Mise en place per San Valentino (e stop al bullismo!)

Possibile che gennaio stia esalando il suo ultimo respiro? Pare di si, febbraio è alle porte e in questo periodo, parlo soprattutto per me, è facile sentirsi ammaccati e tristolini. All’orizzonte però si affaccia già la futura “festa” di San Valentino. Apro una parentesi  e faccio una confessione: San Valentino non mi ha mai convinta; intanto dura poco pochissimo, direi solo il volgere di una sera, poi è farcito di orribili cliché del tipo biancheria provocante e cinquanta sfumature di grigio, oppure di donne single che nonsisaperchè vanno a vedere gli spogliarelli per ripicca. Insomma è proprio il bersaglio ideale del luogo comune questo povero Santo. Mi dispiace di vederlo bullizzato così e allora da creativa provo a dire la mia. Fare una bella cenetta con la propria metà ma pure con gli amici e terminare la serata sul divano con un bel film, non necessariamente romantico per evitare cadute di palpebra. E dare sfogo alla propria creatività con una mise en place originale, e si anche romantica via!

Qui di seguito trovi qualche ispirazione per una cenetta tete a tete, una colazione o per un piccolo party…e spero di averti fatto venire voglia di fare festa per San Valentino. O anche no. Ma sempre con tanto ammore! 😉

fonte marycostaphotography.com
fonte marycostaphotography.com

 

fonte
fonte 

 

fonte
fonte

 

fonte
fonte

 

fonte
fonte

 

fonte
fonte

 

fonte
fonte

 

fonte
fonte

Voglio concludere con due collage a tema! il primo sarà di ispirazione per un biglietto d’amore: 1 – non poteva mancare una illustrazione anni 70 dei Peanuts con il dolce Charlino, vero amante, non ricambiato, di questa festa – 2 – calckpaint art perchè è un po’ old-style e romantica – 3 – dillo con le candeline, spiritoso e veloce diy – 4 – e se siete amanti di star wars cavalcate l’onda e realizzate un biglietto come questo – 5 –  il biglietto più originale usando i simboli degli elementi chimici, per veri nerd  come e peggio di me – 6 –  dadi e tessere dello scarabeo per lasciare un dolce messaggio sulla tavola ❤

collage be my valentine

Il secondo collage non poteva che parlare di desset a tema. Ogni festa anche vagamente seria necessita del suo dolce! 1– è pur sempre carnevale e allora perchè non delle frittelle a forma di cuore? – 2  -potrebbe essere uno dei miei dolci preferiti, la cheesecake senza cottura, è veloce e buonissima e queste gocce di sciroppo non sono affatto difficili da fare a cuoricino 😉 – 3 – il tortino con cuore fondente è già un concentrato di amore e se poi fosse rosso?  – 4 – non facile e non per tutti, ma quanto è bello il rotolo con sorpresa? – 5 – e se poi non avete tempo per addolcire la serata optate per una romantica colazione con il latte in deliziose bottigliette di vetro decorate e – 6 – con dei pancake che dichiarano amore su un letto di salsa di fragole!

collage san valentino dolci

Annunci

Cantami o diva di narvali e lamantini…

Comincia l’inverno qui in Puglia. Fuori pare sia stato avvistato qualche fiocco di neve anche in città. Ma le nostre gite domenicali non si possono fermare per così poco, e infatti siamo pronti a partire alla volta del profondo blu. Cosa ti aspetta oggi, ti starai chiedendo? La mai intenzione è rimirare creature affascinanti e strane, quasi da sembrare opera della fantasia.

Le creature marine sono il mio campo da sempre, durante i miei studi di Biologia ma anche dopo per pura passione, e sono molto sensibile al loro fascino; ma queste creature, i mammiferi marini, mi lasciano senza parole! Dopo aver intrapreso il cammino evolutivo (lento e difficoltoso) che le avrebbe portate a vivere sulla terraferma, sono poi ritornate nell’ambiente marino tramutandosi in strani ibridi mammiferi pesciformi. Penso che siano tra gli animali dotati di maggiore grazia al mondo. La loro adorabilità non poteva sfuggire alle menti creative, agli occhi attenti a ricercare il bello, talvolta ammantato di mistero, talvolta di ironia, ma sempre bello. Ho raccolto alcune illustrazioni, disegni e acquerelli assieme a piccole creazioni in pasta polimerica ed ho creato alcune inspiration boards ❤

Un allegro  collage di narvali, beluga e lamantini

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
123456

E  uno di megattere orche e capodogli

1 - 2 - 3 - 4
12 3 4 

E infine foche e lontre

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
123456 

E tu, qual è il tuo mammifero marino preferito? Buona domenica!

Paper embroidery: tutorial e free template “my tea book”

DIY paper embroideryCome avevo annunciato domenica torno con il mio primo progetto del 2016 e con un piccolo regalo per te (o tè?). Ho realizzato il mio primo ricamo sulla copertina di un moleskine: “my ‘tea’ book” e ho deciso di usare il quaderno come un diario dei miei tè, consumati in solitaria o in compagnia, dei miei nuovi assaggi e di tutte le novità che vale la pena di appuntare. Non vedo l’ora di arricchire con piccoli ritagli di carta e washi tape e magari di fare qualche piccolo progresso con la calligrafia, inserire le bustine di tè più graziose e appuntarne la storia. Vorrei creare un vero e proprio tea journal.

Ho pensato che anche tu, se sei amante di tè e tisane come me,  avresti potuto gradire questa illustrazione da ricamare su una copertina di un tuo taccuino e ho creato il tamplate scaricabile. E’ sufficiente cliccare e scaricare l’immagine qui sotto (l’immagine è molto grande e occorrerà adattarla alla propria pagina 😉 )

freeprintable

Una volta stampata ti servirà come guida per questo progetto; ecco cosa ti serve:

  1. Il mio template o una qualsiasi immagine che fa al caso tuo a seconda della destinazione d’uso del tuo taccuino (vedi anche qui)
  2. Un punteruolo o un grosso ago da lana
  3. Un tappetino da mouse o una tavoletta di sughero
  4. Ago da ricamo
  5. Filo da ricamo nei colori preferiti
  6. Forbici

Procedimento:

posizionare dietro la copertina il tappetino del mouse con la parte soffice rivolta verso l’alto. Sulla parte frontale del quaderno posizionare la stampa avendo cura di centrarla. Con il punteruolo o l’ago percorrere i margini del disegno facendo un foro a intervalli regolari di circa tre millimetri.

Paper embroidery DIY

Una volta terminato rimuovere il foglio guida e preparare l’ago e il filo da ricamo. Ricamare inserendo l’ago nei fori creando un ricamo continuo come per il punto scritto.

Paper embroidery DIY

Paper embroidery DIY

Consiglio: non fissare il filo con un nodo all’inizio ma fermalo via via che ricami. Se comunque non ti piace vedere il retro del tuo ricamo puoi incollarci su un foglio di carta regalo come ho fatto io, usando la bellissima carta con le illustrazioni a tema tè di Elisa Ferro . Per le guanciotte della teiera  ho usato un pennarello ma puoi anche ricamarle con un punto pieno, mentre per gli occhi ho usato un punto nodino.

in

diy paper embroidery

Spero che il mio progetto ti sia piaciuto e ti abbia ispirato,

felicità e alla prossima.

 

Ritorna la gita della domenica con il “paper embroidery”

Se stai leggendo questo post è segno che è domenica e anche dopo le feste non hai perso la voglia di venire a fare una gita creativa con me! Quest’oggi ti mostro l’ultima craft-cosa che mi è entrata in testa … o dovrei dire la prima del nuovo anno. Da sempre amo taccuini, blocknotes, agendine e moleskine e ammiro l’arte del journaling. Poi mi sono imbattuta in queste copertine ricamate e ne sono stata conquistata. Ecco di cosa parlo…

stitching on moleskine
Fonte
fonte
fonte

Una delle “ricamatrici su carta” che mi ha colpito maggiormente è stata One Sheepish Girl (visitate il suo bel blog anche per avere ispirazioni crochet e knitting)

084c6a56d84c613e36025a08ea8ca487

one-sheepish-girl-sweater-weather-4-2

one-sheepish-girl-embroidered-december-notebook-2-1

one-sheepish-girl-embroidered-notebooks-gathered-1

one-sheepish-girl-embroidered-notebooks-gathered-3

Adoro i suoi ricami semplici colorati e allegri! In particolare le copertine ricamate e mi sono già messa all’opera per realizzare le mie personalizzate. Già nei prossimi giorni ci potrebbe essere una sorpresa, ma non dico altro. Intanto se vuoi altre ispirazioni basterà cercare su pinterest “paper embroidery”. Appuntamento alla prossima gita 🙂