La collezione ‘milagros’: le spille cuore sacro

È arrivato il primo giorno di primavera (il secondo per la verità) ed è il  giorno che avevo scelto ufficialmente per  presentare le mie ultime creazioni: le spille  milagros.

L’idea del cuore sacro mi è arrivata direttamente dalle fridiñe, fra cui il modello sacred heart, è stato uno dei più apprezzati (qui). 
Questi cuori rappresentano un evento miracoloso nelle nostre vite, ed io ho pensato a loro per celebrare i piccoli e grandi miracoli che si realizzano per noi  ogni giorno; ma voglio spiegarmi meglio, per me un miracolo è un momento entusiasmante, un amico ritrovato, una felice novità, un traguardo importante…quelle cose che danno senso a un momento  qualunque rendendolo memorabile. Per alcuni queste cose accadono per fede, per altri per il caso, per altri sono il risultati del coraggio, della forza e dell’impegno con cui affrontiamo le difficoltà che ci si  presentano davanti. 

Preziose e da custodire con cura, sono colorate e brillanti come nella tradizione folk sudamericana e ho deciso  che sarebbero state delle spille; adesso, non so voi ma io ho sempre molta difficoltà capire come indossarne una, dunque mi sono documentata e mi è venuta l’idea di realizzare un piccolo servizio fotografico per mostrare alcuni modi in cui si può indossare una spilla, giocando un po’ con gli accessori.

È stata l’occasione per sentirmi una fotografa di moda (divertentissimo) con la mia amica Paola aka la petite plume come modella d’eccezione. La grazia di Paola (ma quanto è bella lei?), la luce di una finestra e una reflex, sono stati gli ingredienti del photoshooting e  il mio salotto la location. Vi lascio alle foto sperando vi piacciano … e voi quale milagros preferite? 

Gli stupendi timbri di Lili Arnold (la prima pillola della GdD) 

Torno, dopo una lunga pausa, a raccontare cosa questa settimana mi ha rapito gli occhi 👀. La gita della domenica infatti manca davvero da tanto tempo e il motivo è intuibile, mancanza di tempo. Da quando ho iniziato a lavorare alle fridiñe spesso il weekend è dedicato a loro. Ho pensato allora di trasformare questo appuntamento domenicale in “pillole della gita della domenica”. Si perché di ispirazioni da condividere ne ho sempre ma ho meno tempo per approfondire e per stendere un articolo ricco di immagini e riferimenti. Da oggi dunque lancio la formula pillola, e lo faccio segnalando un profilo IG da seguire.

Si tratta del profilo di Lili Arnold. Lei è una artista americana e più precisamente californiana, che incide nella gomma timbri dettaglatissimi di piante grasse selvatiche del deserto. Usa una tecnica particolare per cui riesce a creare sfumato precise simili a quello di un vero dipinto, guardare per credere…sul suo profilo trovate anche dei video.

Da patita delle piante grasse e dell’arte non potevo che innamorarmi perdutamente. Alla prossima! 😘

La GdD: la magia di “all the beautiful things”

Buona domenica. Da tanto volevo condividere qui la scoperta di un blog il cui nome dice tutto: all the beautiful things. Ed è un titolo che carica di aspettative che non vengono deluse.

wp-1478426211549.jpgLoro sono due donne, madre e figlia,  fotografe eccezionali; immerse in una natura incantevole fatta di alberi generosi carichi di frutta, prati verdi e  lunghi capelli rossi, gatti sonnacchiosi, teiere fumanti e crostate appena sfornate; in ogni foto si legge una amore smisurato per i ritmi della vita di una volta, dettati dalle stagioni, nella cornice della campagna Lituana. Quintessenza di uno stile country che per me fa sempre più rima con lusso.

E adesso largo alle immagini. Alla prossima domenica.

wp-1478426235895.jpg

wp-1478426285066.jpg

wp-1478426097783.jpg

 

Blog, ti racconto le fridiñe

Buona domenica. Prendo nuovamente questo spazio domenicale per parlare un po’ di me, ma prometto non sarà una abitudine. Da quando un mese fa si è concluso il mondo creativo ad oggi, mi sono dedicata quasi a tempo pieno alla realizzazione di quelle che ho chiamato “fridiñe”. In questo mese sui social ho pubblicato ogni nuovo modello mentre tu, blog, sei rimasto ad aspettare. 

Sono qui con un mazzo di fiori e una scatola di cioccolatini a chiederti scusa blog. Un tempo eri il primo a sapere le cose, lo so. Però le cose come le racconto a te non le racconto ad altri. Quindi mettiti comodo io intanto riscaldo l’acqua per il tè. Lo sai che Frida mi è sempre piaciuta per quella bellezza che “se ne frega di tutto si!” Per quella sincerità nelle sue opere che ti fanno vedere il  bello e il brutto. Per il suo look iconico.  La Fridiña, o piccola Frida, è nata un pomeriggio che pasticciavo disegnini ed ha preso forma una sagoma. Mi si è accesa la lampadina ed ho pensato di realizzare degli accessori, spille o collane, che potessero racchiudere lo stile e i colori di quel mondo messicano, ma che potessero adattarsi ad ogni donna ad ogni stile e ad ogni età. E fino ad ora devo dire che l’obiettivo mi sembra raggiunto! Allora festeggiamo blog, con questa tazza di tè. Intanto ci sono in pentola nuove idee e ti faccio sbirciare subito. Così poi non dici…

Se vuoi saperne di più sulle #fridiñe cercale su Instgram o Facebook tramite l’hashtag o mandami una mail 😘