Uova decorate ‘botanical style’

Se vi piace almeno un po’ lo stile botanico, quel gusto contemporaneamente fresco e retrò che ricorda una lezione sull’anatomia dei fiori tenuta agli inizi del secolo in una scuola di campagna di qualche contea inglese, allora non potrete restare indifferenti davanti alle mie uova decorate ‘botanical style”. Quest’ idea mi è arrivata direttamente sfogliando alcuni preziosi volumi che, in questo periodo, mi stanno ispirando anche per l’arredamento. In particolare guardando le belle tavole d’epoca riprodotte sulle pagine di “the botanical wall chart” – art from the golden age of scientific discovery- di Anna Laurent (ed. ilex).

Per questo progetto l’uso dei colori è importante come la scelta dei soggetti da dipingere. Il nero usato come sfondo per far risaltare i colori delle tavole botaniche mi ha conquistata, e questo mi ha fatto pensare alla vernice lavagna che ho quindi scelto come fondo che ho steso su delle comuni uova di gallina che ho precedentemente svuotato. L’operazione di svuotamento prevede di praticare due fori ai due ‘poli’ dell’uovo, io ho usato un piccolo trapano di precisione e poi ho soffiato via il contenuto. Le uova vanno comunque lavate sia prima che dopo e lasciate asciugare. In alternativa potete usare uova di legno o acquistare delle uova già svuotate.

La fase successiva prevede una discreta abilità nel dipingere, bisogna riprodurre dettagli piuttosto piccoli e creare sfumature, quindi non sarà un lavoro adatto a chiunque, però se avete una buona manualità vi assicuro che l’effetto sarà bello e sofisticato; per prima cosa scegliete dei soggetti che stiano bene insieme, e siano adatti alla dimensione delle uova, tracciate a matita uno schizzo del disegno che poi andrete a dipingere; per aiutarvi vi svelo qualche piccolo segreto, io oltre ad utilizzare colori acrilici per la pittura country, uso pennelli di precisione per la nail art per realizzare i dettagli più minuti.

Anche quest’anno ho portato avanti la tradizione di famiglia di decorare le uova di Pasqua per la tavola, ogni volta un tema diverso e quelle di quest’anno, a tema botanico , sono inevitabilmente diventate le mie preferite.

Se invece il nero non fa per te e preferisci uova candide e una tecnica più semplice e veloce, ti suggerisco l’altro mio progetto di uova decorate sempre botanical style ma questa volta floreale. Lo trovi qui sul blog delle notonlymama.

Felice Pasqua e creatività.

Annunci

La gita della domenica nel trend: bisogna farci l’OCCHIO…

Buona domenica gente. La gita di oggi, più volte posticipata, è dedicata al uno tra i nuovi trend del momento: gli occhi.

Da sempre l’occhio nel nostro immaginario rappresenta qualcosa di potente; simbolo di divinità già per gli antichi egizi (un occhio fiammeggiante rappresentava il dio Ra), simbolo di prosperità (occhio di Horo), simbolo di Dio nell’antico testamento (inserito in un triangolo), simbolo di chiaroveggenza (il terzo occhio), specchio dell’anima, l’occhio non mente e così via… Adesso lo vediamo su accessori, complementi, tessili e ogni qualsivoglia oggetto, seguendo le orme dei suoi predecessori, gli altri design-tormentoni, vedi gufi, fenicotteri, volpi, ananas, nuvole solo per citarne alcuni.

Io sono lenta in queste cose e prima ancora di accorgermi di questa tendenza ho visto nelle vetrine nei vari China-shop magliette ‘occhieggianti’. Poi la mia rivista del cuore CasaFacile ne ha parlato nel numero di gennaio e se volete trovate qui una guida all’acquisto. Non posso dire che che la grafica dell’occhio sia tra le mie preferite, ma si sa come va nelle mode, bisogna farci l’OCCHIO XD

Intanto, se vi va gustatevi queste mie moodboards, dedicate la prima alla moda, la seconda all’ home decor e la terza al nostro amato handmade… e se siete creative e volete essere anche trendy allora spero di avervi fornito qualche buona ispirazione. Alla prossima gita!

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
1234 5 6

 

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
1234 56

 

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
123456