La gita della domenica: decor in blu per le pareti

Se sono qui a scrivere questo articolo è perchè in casa ho molti muri. Molti muri significano molte pareti e nel mio caso queste sono per lo più ancora semispoglie. Quindi letteralmente oggi faremo una gita sulle pareti in cerca di personalità e di colore, non un grande viaggio nello spazio ma un bel viaggio nelle ispirazioni creative.

Te la devo dire tutta però, tra poco avrò delle tende con tocchi di azzurro! Sono un po’ pazza perchè proprio queste tonalità mancano nel mio salone e allora sono in cerca di ispirazioni, piccoli tocchi, discreti che si possano sposare con i tessili senza esagerare. Poi manco a farlo apposta CasaFacile mi propone per il numero di giugno una copertina così:

10986879_10153395248258552_8246471965542674015_o

Toni neutri: celo!

Toni verdi: celo!

Pavimento e tavolo in legno naturale: celo!

Tocchi blu: manca!

Corriamo ai ripari insieme? Ecco cosa ho trovato 😀

Triangoli, esagoni o linee geometriche hanno spopolato in questi ultimi mesi, sono economici e relativamente semplici da realizzare, donano leggerezza e freschezza:

Hexagon_wall_treatment
FONTE
FONTE
FONTE

Poi ci sono le ceramiche, piatti e mattonelle dal gusto etnico eleganti e d’effetto ma certo non economici:

FONTE
FONTE
FONTE
FONTE
FONTE
FONTE

Sono state viste e straviste ma io ancora subisco il fascino delle cornici vuote, leggerezza e poesia a costi contenuti e con la possibilità di cambiare colori e destinazione d’uso a piacere:

FONTE
FONTE
7321d88cbd0244de8bfa394c3270e864
FONTE

Tele, stampe e disegni si arte astratta: possibilità infinite anche DIY (manca solo il tempo!):

FONTE
FONTE
FONTE
FONTE

 
La ricerca continua, e tu hai dei suggerimenti?

Annunci

Summer gift party? …E come no?!

Buona domenica! Ti aspettavi la gita della domenica, ma per oggi passo perché sono stata invitata al summer gift party più esclusivo, quello che libera la mia creatività impantanata nelle incombenze di chiusura anno scolastico! Per quanto tempo è rimasta li con lo sguardo mesto a implorare che la salvassi dalle sabbie mobili… Poi è arrivata questa occasione e per fortuna si è rianimata subito!

Se non ci stai capendo nulla e pensi che mi sono fatta un bicchierino (in effetti si! Di limonata però 😉 ), è solo perché non ti ho detto che Antonella di blog a cavolo e Lisa di piccolecose handmade hanno lanciato un evento swap dal sapore dell’estate che culminerà il giorno del solstizio d’estate! Io che cosa devo fare? Solo preparare una ghirlanda a tema festa estiva e aspettare emozionata di conoscere la mia swapper.

Per questa ghirlanda mi sono avvicinata alla tecnica degli origami per tre motivi: è nuova per me e mi da l’occasione di imparare, ed è veloce e in questo momento non ho molto tempo, infine avevo da poco comprato delle carte da origami stupende. Vi dico solo che è stato troppo divertente! Essendo inesperta ho cercato in rete qualche tutorial ma una volta visto questo la mia ricerca si è interrotta immediatamente. Per un summer party trovo perfetti questi prendisole stesi ad asciugare…

noveMOD

duea

dodicia

tredicia

unoa

settea

Gli abitini non sono adorabili? E poi per fare una festa estiva basta poco! dei limoni giganti per fare una fresca limonata, e anche se fuori piove e sono chiusa in casa  io mi sento in riva al mare.quattordiciMOD

La gita della domenica: vi presento Sasha Harding

Buona domenica! Ritorno a parlare di artisti e stavolta lo faccio con un mio mito personale.

Sasha Harding è una pittrice inglese, precisamente nata nella contea del Dorset ma poi trasferita nella Cornovaglia, la punta sudoccidentale dell’isola.Sasha-Harding

Da subito i suoi lavori mi hanno estasiata per due motivi principali: il suo modo di rappresentare le persone, stilizzate quasi come illustrazioni di libri per bambini, ma al contempo con molta forza espressiva, e la soffusa bellezza dei paesaggi, le marine, le barche, i cani e i bambini sulla spiaggia, che comunicano un calore inaspettato dalla fredda costa inglese. Io confesso che dopo la visione dei suoi lavori c’è un viaggio in Cornovaglia nel mio cassetto dei sogni. Da quando anni fa girando su internet mi sono imbattuta nel suo sito web (qui) il suo stile fresco e tenero mi ha contagiata, e ho provato anche io (umilmente) a rappresentare i paesaggi della mia terra ispirandomi al suo stile.

Ma ecco di cosa parlo:

lg_sasha_rockpools

sh168

523

560

567

569

lg_sasha_millpond

Come vi dicevo le marine sono molto presenti e ho scoperto alcuni luoghi come quello rappresentato nel dipinto seguente; un perfetto arco roccioso nel Dorset chiamato “Durdle Door”. Di seguito un dipinto che sembrerebbe raffigurare la famosa Mont Saint Michel in Normandia e invece rappresenta Saint Michael’s Mount  in Cornovaglia (se siete curiosi cliccate qui).
a-durdle-dip

Fonte
Fonte

the-blackberry-pickers-stmm

chase-me-stmm (1)

Per di più Sasha dipinge anche con gli acquerelli, una tecnica che mi fa letteralmente impazzire!

lg_sasha_2generations sketchbook37 watercolour2 (1) watercolour1

Da poco l’ho trovata su instagram e ho appreso che ha appena pubblicato un libro di acquerelli “A brush with the coast” realizzato durante un suo viaggio on the road, con cane al seguito,  sulla costa inglese . L’avrò!

frontcover

inside01

Non mi resta che salutarvi, con una voglia incontenibile di partire e di andare al mare! A domenica prossima.

La GdD: ispirazioni per un tea party

La nostra gita della domenica stavolta è molto semplicemente un bel carico di ispirazioni per chi vuole realizzare in casa o fuori un tea party in compagnia! Ormai è molto diffusa la tendenza a sostituire la tradizionale festa di compleanno, o altra ricorrenza da festeggiare, con una festa a tema tè! Io non ho bisogno di farmi convincere, e voi? Certo sarà bene offrire delle alternative per chi non dovesse amare il tè (ovvove!).

Ho trovato questa simpatica infografica qui, per chi non sapesse proprio da dove cominciare:

ae8f478f3556ee615bf2e1424052b151

Indoor tea party

Se non avete a disposizione uno spazio all’aperto (come me 😦 ) allestirete una bella tavola in casa, magari curando un po’ di più lo styling ad esempio con vasi pieni di fiori alternati alle tazze e teiere, queste ultime anche diverse per stile e dimensioni, per un effetto allegro e informale. L’idea è quella di offrire diverse varietà di tè tra quelle che voi avete selezionato per i vostri ospiti e magari, se vi sentite abbastanza esperte, fare una piccola degustazione.

fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI

Outdoor tea party

Se avete a disposizione uno spazio verde anche piccino, valorizzatelo con un piccolo tavolo in legno, meglio se dall’aspetto vissuto, che darà un tocco romantico e senza tempo. In questo caso bastano piccoli tocchi di colore, sia nei decori floreali, sia nelle porcellane che saranno più sobrie e misurate, anch’esse dal gusto vintage.

fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI

Tea party a tema!

Ho sempre voluto fare un party a tema e il tè ci da certamente degli spunti come ad esempio il tema Alice nel paese delle meraviglie. In questo caso non può mancare una bella torta, magari a due piani, e qualche simbolo del romanzo come le carte da gioco… se poi avete la fortuna di avere un amico morbidino come quello in foto (io si!) il grosso è fatto!

fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI
fonte QUI

Ancora più stimolante del party a tema e meno “impegnativo” per gli ospiti, potrebbe essere un tea party dedicato a uno specifico paese; si può scegliere la Cina, il Giappone e l’India, ma anche, restando in Europa, un tè francese a base di macaron, éclaire e madeleine oppure il più classico dei tè english style! Cosa serve? Bastano pochi tocchi: blue china, tè nero con latte, scones e  sandwich con cetriolo e mi raccomando, servitelo alle five o’clock!

1 - 2 - 3 - 4
1 234

Allora che faccio, organizzo? E tu che fai, vieni? Ma prima dimmi che table setting preferisci 😉