Le scarcelle a modo mio

Buon sabato. Domani è Pasqua e quest’anno ho voluto preparare un dolce antico e tipico della mia regione che è stato un leitmotiv di tutte le “pasque” delle mia infanzia.

La scarcella è fatta impastando una frolla semplice con olio d’oliva (siamo in Puglia non aspettiamoci il burro) e la sua particolarità sta tutta nelle forme fatte a mano tipicamente di colombe, cestini, corone, campane e poi decorate con un uovo sodo e confetti colorati.

Io ho fatto dei cambiamenti perchè gli zuccherini non mi sono mai piaciuti e il biscotto secondo me aveva bisogno della spinta di un pochino di cioccolato fontente extra, ma sopratutto non volevo usare 500 g di farina 00 che ormai non acquisto più da anni.

Dunque ecco la mia ricetta per circa 10 scarcelle:

-200 g farina tipo 2; 100g farina di farro; 75 g farina di mandorle; 75g farina di grano saraceno; 50 g di farina di riso integrale. In totale 500g di polveri

-120 g di zucchero di cocco o zucchero di canna

-1 uovo

-100 g olio extravergine di oliva

-100g latte di avena

-8 g di lievito per dolci

-100 g cioccolato fondente 70%

-10 uova di quaglia freschissime prese in masseria

Ho impastato tutto con la planetaria e poi aiutandovi con un po’ di farina ho steso la frolla ed ho ricavato 10 biscotti a stella (i fondi delle mie scarcelle). Con il restante impasto ho creato delle strisce con cui ho realizzato delle trecce che ho poi chiuso ad anello a misura della base.

Ho cotto tutto a 180° per 30 min circa in forno statico.

A parte ho lessato per 4-5 min le uova di quaglia e le ho asciugate.

Ho sciolto il cioccolato fondente e l’ho usato come collante per attaccare le corone sui fondi. Ho sporcato poi la punta delle uova con il cioccolato fuso e le ho inserite nel foro della scarcella.

Non resta che confezionare e regalare questi dolci che sono simbolo di pace e di vita. Per me sono perfetti per la colazione della domenica di Pasqua e sono un alternativa alle uova di cioccolato spesso poco sane e a costi ingiustificatamente elevati.

Buona Pasqua a tutti 🐇.

Annunci

5 ANNI! Buon Compleanno Blog

Non posso nascondere l’emozione nel venire dopo un bel po’ di tempo a scrivere nuovamente su queste pagine. Il mio piccolo blog ha 5 anni e io non posso crederci. In questo momento di grande attività e cambiamenti il mio desiderio è ritornare un po’ alle origini, mi piacerebbe riscoprire i motivi per cui esisti, CraftPatisserie.

Esisti per condividere, certamente, le mie idee e le mie creazioni ma anche le idee e la creatività che respiro intorno a me. Esisti per condividere le novità dal mondo dell’handmade a cui io da sempre cerco di applicare il metodo scientifico : teoria, esperimento, riproducibilità.

Forse, più di tutto, esisti come isola felice dove posso davvero controllare la realtà, mettendoci dentro solo quello che mi piace, come uno scrigno di bimbo in cui riporre gelosamente solo i giochi più amati e preziosi.

E allora Blog, auguri e avanti tutta, perchè rinnovo i miei intenti e ti faccio una promessa: in quello scrigno metterò ancora tanti preziosi momenti di creatività felicità.

Festeggia con me con queste delicate tortine alle mele con yogurt e zucchero muscovado:

Ingredienti:

  • 2 mele golden
  • 2 uova
  • 1 vasetto di yogurt bianco
  • 3/4 vasetto olio extravergine di oliva
  • 3/4 vasetto zucchero muscovado (più un cucchiaio sul fondo della teglia)
  • 3 vasetti farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • pizzico di sale

Nella planetaria ho messo uova e zucchero e gradatamente ho aggiunto la farina con il lievito , olio, yogurt e sale. Ho foderato due piccole tortiere a cerniera con carta forno e ho disposto sul fondo un po’ di zucchero e le mele tagliate a dadini. ho ricoperto il tutto con l’impasto dividendolo nelle due teglie, ho infornato a 180° per 30 min (forno statico).

Per tante altre ricette a base di mele cercate si instagram #iltempodellemele, l’idea è della cara Cristina di Good food lab.

Buona domenica a tutti, io vado a festeggiare!

Dessert fresco alle pesche

Come si fa quando fa caldo, sei goloso, vuoi preparare un dolce e non vuoi appesantirti? Io di solito mi invento qualcosa con quello che trovo in dispensa. Stavolta avevo delle pesche succose, i buonissimi biscotti ‘fattincasa’ Di Leo, ricotta e yogurt greco. È venuto fuori un dessert fresco al cucchiaio che è buonissimo, delicato e leggero.

Ingredienti:

  • 25-30 biscotti fattincasa Di Leo o altri biscotti leggeri
  • Un vasetto di yogurt greco 0% 150 g
  • Una confezione di ricotta 250 g
  • 2 cucchiai rasi di zucchero o fruttosio
  • Una tazza di succo di pesca senza zucchero
  • Due pesche 
  • Un cucchiaio di marmellata di pesche

      Cosa ho fatto: ho intinto i biscotti nel succo di pesca e poi li ho disposti sul fondo di una terrina (con queste dosi ho preparato due terrine piccole)

      Ho messo nella planetaria yogurt ricotta e zucchero e ho aggiunto mezzo bicchiere di succo e ho lasciato amalgamare a lungo ho pulito e tagliato le pesche e le ho aggiunte al composto cremoso che poi ho versato sulla base di biscotti per finire ho unito e stemperato un cucchiaio di marmellata di pesche fatta in casa con un cucchiai di succo e li ho versati sulla superficie;ho messo il tutto nel frigo per un paio d’ore e poi ho servito. “Se la vita ti dà limoni fai la limonata” ma se la vita ti dà pesche fai il mio dessert! Ma ricorda che si può preparare cambiano frutto-succo-marmellata come ad esempio fragole albicocche ecc

        

        Una gita della domenica in verde macha

           E’ passato davvero molto tempo dall’ultimo articolo dedicato al tè, e l’occasione per rimediare si è presentata quando ho fatto la conoscenza di questo bel blog Oh, how civilezed tutto dedicato al tè con una sezione di ricette al macha davvero invitanti.

        Si tratta di un blog di tendenze, ricette, e anche viaggi sopratutto sul tema tè e si possono trovare tanti indirizzi utili di caffetterie e sale da tè newyorkesi, recensioni e anche interessantissimi giveaway di grandi marchi del tè come Palais des Thés e NINA’S Paris. Sottoscrivendo la newsletter poi puoi scaricare gratuatamente l’e-book con alcune ricette al macha come il machamisu (non suona delizioso?)

        Ovviamente io ho dovuto provare qualche ricetta, solo per rigore scientifico si intende!  Poichè il caldo sembra ormai arrivato per restare, la mia curiosità è ricaduta su una ricetta di ghiaccioli al macha-latte che richiedono solo tre ingredienti: latte condensato, macha e acqua.

        machalatte popsicles

         

        La ricetta completa e le spiegazioni qui. Devo dire che sono buoni e gradevolmente cremosi anche se molto dolci per la presenza del latte condensato. Senza indugio sono pronta a testare la seconda ricetta dal blog, questo cocktail di macha freddo e anguria con ghiaccio che ha tutta l’aria di essere salutare e rinfrescante oltre ad avere dei colori meravigliosi! per la ricetta cerca “iced macha watermelon”.

        0715-iced-matcha-watermelon-3

        Ecco una selezione di interessanti ricette passo passo che puoi trovare su oh how civilized … le trovo davvero interessanti! .

        (photocredits “Oh How civilized.com”)

        1214-mini-matcha-golden-toast-1

        0515-matcha-japanese-pancakes-5

        0613_matcha_green_tea_tiramisu_matchamisu_1-1

        0416-matcha-waffles-1-1

        0715-matcha-meltaway-cookies-5

        0813_recipe_mini_matcha_mille_crepe_20