Il Country Painting Natalizio

Ciao a tutti! Oggi inserisco un argomento “must” per ogni creativa/o … lo stile country americano. Soprattutto a Natale (ma anche a Pasqua e Halloween) si vedono nei negozi oggetti e decori  in questo stile ingenuo, così poco pomposo e così distanti dai decori tutti oro e glitter…rose viola e nere (oddio no!) … piume e grappoli d’uva di cristallo ! Bè i gusti sono gusti e i miei non sono questi. Viva le casette di legno, le palle colorate  e la lana, le pigne  e le candele messe nelle lanterme di latta … gli OMINI DI pan di ZENZERO! Queste sono cose che non stancano mai, semplicemente le adoro!

Anni fa ho fatto un corso di pittura country, una tecnica davvero semplice e bella (se volete vedere delle meraviglie potete sbirciare qui http://www.ghirigoridisilvia.com/, e da allora ogni anno realizzo qualche palla da appendere sulle porte o al lampadario o su un albero. Sarà che oggi le temperature si sono abbassate e l’aria ha cambiato odore, ma io sto pensando già al Natale!! 😀

L’immagine vi mostra i diversi steps per realizzare una palla decorata con la pittura country a partire da una sfera di plexiglass apribile. Se avete qualsiasi curiosità sarò felice di rispondere. Kiss kiss

p.s. le immagini non sono delle migliori ma sono di alcume macchine fotografiche fa! sorry

Annunci

Il progetto “Lungomare di Bari”!

Ciao! Oggi apro un nuovo capitolo delle mie manie creative: la pittura con colori acrilici. Mi piace lo stile naif e fresco, che possa esprimere con semplicità la bellezza del quatidiano, dove paesaggi, persone e animali sono un tutt’uno e che riesca a comunicare un modo di vivere tranquillo … queste scene sembrano uscite da un libro illustrato di favole dove però non c’è nulla di sovranaturale ma solo la natura e la realtà, magari guardata con un occhio che si sappia ancora incantare …

Alcuni artisti mi hanno conquistata e ispirata raccontando con le loro tele la vita di piccoli incantevoli centri sulle coste inglesi della Cornovaglia … io ho dovuto soltanto passare al racconto della mia terra, che tanto di incantevole racchiude e spesso nasconde.

Cinque piccoli “unframed canvas” messi in sequenza tra loro ma che possono essere rimescolati o separati ma che comunque nascono insieme per descrivere un giorno qualunque sul lungomare di una città che, seppur grande, conserva in questo particolare luogo la dimensione di un piccolo centro marittimo in cui la gente si dirige verso il mare per perdere tempo pescando… per portare a passeggiare il proprio cane o semplicemente per guardare il mare e respirare!

Se vi piace lasciatemi il vostro commento 🙂

La borsetta col fiocco

Buongiorno! Avendo alle spalle anni di tentativi creativi ho sperimentato varie tecniche e l’ultimissima in ordine temporale è il cucito creativo. Avendo a disposizione una vecchia macchina da cucire (Silvia della Necchi) ho cercato di dare un senso ad alcune stoffe che conservavo avidamente, spesso prese da mercatini con la convinzione che prima o poi sarebbero state usate… questo prima o poi è arrivato, neanche a dirlo, curiosando su altri blogs e ho trovato questo

http://www.iammommahearmeroar.net/2011/09/tohoku-tote.html

Ho provato ed ecco il risultato! Bye bye.

Il burro di noccioline

Ciao a tutti! Il caso ha voluto che il mio primo post fosse sul burro di noccioline… c’è chi ama sperimentare e già l’ha provato o chi non l’ha mai neanche visto, ma a me è successo di aggirarmi per il supermercato quando i miei occhi si sono posati sul dorato vasetto… ho voluto provare anche perchè mi ingolosiscono tantissimo alcune ricette americane di treats /dolcetti fatti con questo particolare ingrediente… il risultasto è atomico! Sarà che ho fatto mesi di dieta, sarà che è una vera bomba… ma il vasetto e terminato con buona pace del maritino. Provatelo con banane e cioccolato fondente e poi ditemi!! (si sono una golosastra!)