Piccolo progettino : alzatina di riciclo

Avevo annunciato ci sarebbero state tante idee DIY e di riciclo, ecco cosa ho pensato di fare partendo da questi due semplici oggetti che avevo in casa

aoccorr11 Aoccorrente11

Il barattolino in plastica di un sorbetto e un piattino in plastica dura (costo 50 centesini) trasparente (n.b.è importante che sia trasparente per poi usarlo ancora per contenere alimenti); ora manca solo una vernice spray e una goccia di colla e voilà!!

arisultab1 alzatinadiy1

Quanto è stato facile? Ovviamente il piattino va spruzzato sul retro e il vasetto l’ho capovolto per una maggiore stabilità e perché mi piace di più 😉

alzata1 alzatinaa1 alzatina1 allalab1

E’ stato davvero uno dei più veloci DIY che abbia mai fatto, ho scelto il lavanda, un colore che adoro, e neanche a farlo apposta avevo dei delicati tulipani della stessa identica nuance, ed ho scoperto che con i verdi e il turchese del mio prossimo progetto stanno davvero bene! Ma questa è la prossima storia!

Fatemi sapere se vi è piaciuto e se vi è venuta voglia di mangiare un sorbetto 😀

al1l

allaa12

Gita della domenica! Utako Yamada e il tè Karel Capek

Avete preparato la valigia? La mia è vuota perché dovrò riempirla di meraviglie dove andremo oggi! Qualche gita domenicale fa vi avevo preannunciato che saremmo andati tanto lontano e vi avevo lasciato un indizio: una piccola ape sulla tovaglietta da tè di Nana Company (se non ricordate ecco qui).

Ho raccolto le informazioni che mi servivano e sono pronta a fare questo volo intercontinentale per il Giappone con voi! Infatti oggi atterreremo a Kokubunji , Tokyo, per incontrare Utako Yamada, illustratrice scrittrice e traduttrice giapponese, che a Kokubunji possiede anche un tea shop dal nome insolito di Karel Čapek ( il nome è davvero insolito perchè Karel Čapek è stato un giornalista, scrittore e drammaturgo ceco, immagino che la Utako Yamada debba essere una sua fan per aver chiamato come lui il suo negozio… come se io aprissi un negozio di tessuti e lo chiamassi E.A.Poe!).

6b3f8c8b59d088f27aa8dd5454a51408

Anyway…  la mia curiosità smodata è partita dalla visione accidentale di numorese e bellissime scatoline di tè (teatins) della suddetta linea Karel Čapek, tutte decorate da strepitose illustrazioni della stessa Utako! Ogni confezione un colpo al cuore, accompagnato da quello struggimento tipico degli amori impossibili… si perchè è piuttosto difficile riuscire a mettere le mani su questi, per me, piccoli tesori. Per dovere di cronaca qui trovate lo shop on line in giapponese ma troverete dove comprare anche su Rakuten (grande global market giapponese).

Approfondendo ho scoperto che il negozio è stato aperto nel 1987 e che la proprietaria cura non solo il packaging, ma anche la selezione dei tè e le ricette di dolci che si possono trovare nello shop, oltre a illustrare e tradurre libri. La sua illustrazione più caratteristica è proprio Buzzy the Honeybee, la simpatica ape che compare sulla tovaglietta e nella foto sopra insieme all’autrice.

93c842b0b5804776f42fe41319610fc6 d9ccb9ce12a5e5f36e6090b1e3197982 d06d44dd1077ee649d2ca3beab40d587

Ed ecco un gran numero di immagini di scatoline di latta decorate, adorabili, infantili, che per qualche verso mi ricordano l’infanzia e quindi sono irresistibili. E a voi, piacciono?

Inoltre voglio darvi un assaggio dei gusti di tè e infusi che potremmo trovare (e qui se siete amanti del tè potreste odiarmi e non seguirmi mai più, ma io lo faccio per la scienza, non per torturarvi :* ) : tè alla castagna, oolong ai fiori di campagna, tè Assan allo sciroppo d’acero, tè di ceylon alla crema di fragole, il tè sakura con petali di ciliegio, e non continuo!

e1d7c34e18e833041e499f4950810d2a
immagine da shop.karelcapek.co.jp
ac356410be0687fc7de5382e9e954885
immagine da shop.karelcapek.co.jp
c90517397acd5e40249be892210fc760
immagine da shop.karelcapek.co.jp
884df8ff220e6e3cd45332210a6f975c
immagine da shop.karelcapek.co.jp
021fafb5662acdece2cbcf87982f53ca
immagine da shop.karelcapek.co.jp
8548712acfaae342205166b6198ae51d
immagine da shop.karelcapek.co.jp
06df4e0b1ed40816c7bac1edcd6c85a2
immagine da shop.karelcapek.co.jp
256b4229795d2a52d1c238d1fc229314
immagine da shop.karelcapek.co.jp

Anche la confezione di miele ha un packaging adorabile come tutto il resto

dedb8dbbd22033d7bbabb2023762a7cf
immagine da shop.karelcapek.co.jp

Tazze teiere e mug, non è necessario sottolineare che sarebbero di diritto nella mia wishlist 😀

immagine da Flicr.com
immagine da Flicr.com

In tema di Pasqua, guardate che bella illustrazione decora le bustine di tè e la cartolina! c74458770b93bcae1c2e2caf6e5db168

Ma nel mare tempestoso dello struggimento e nel patimento, per fortuna ci sono amiche che ti lanciano una scialuppa di salvataggio. Grazie alla mia amica globetrotter Stefania che mi ha spedito dal Giappone un calendario e delle bustine di tè di Karel Capek… Non oso aprirle! Ma sono certa che prima o poi lo farò ❤

Mugrug
le mie preziose bustine

Matrioska a crochet : quanto manca per la primavera?

Buonasera blog amici! Che strano post che sarà questo qui. Non lo avevo pensato così quando creavo questa simpatica matrioska, e invece… Succede che vorrei fare un salto di trenta giorni… perdere trenta giorni per trovarmi in un’altra stagione e sentire che con essa si è sciolto un po’ di ghiaccio dentro. Ghiaccio di stess e di piccole mancanze, mancanza di tempo per se stessi, mancanza di cura per le persone care e la casa, mancanza di allegria anche un po’. Lavoro e impegni li ho sempre gestiti col sorriso ma sarà che adesso sono proprio stanca. E allora voliamo al tre aprile? Volete volare con me?

Ho comprato delle lane colorate belle belle e anche belle grosse. Non sapevo cosa farne esattamente, non avevo neanche l’uncinetto adatto! Mi serviva il n.6 e avevo il n.4 . Ma ho provato ed ho ottenuto una matrioska bella robusta; si può aprire e il corpo può contenere un piccolo dono e perché no degli ovetti di cioccolato (ricordate che siamo al tre Aprile eh… )

Scusate il mio sfogo in apertura, ora che sto per cliccare il tasto “pubblica” va già meglio 😉 , ma voi ditemi se vi è piaciuta questa creazione. Kisses.

amigurumi

amigurumi3 amigur amigurum

E’ domenica, e gita sia!

Buona domenica a tutti. Oggi più che di una artista vorrei parlarvi di una tecnica che mi ha conquistata e che si, ha dietro un’ artista giovane, grafic designer e illustratrice, che però non avrebbe attirato la mia attenzione se non avessi posato l’occhio su …

Si tratta di Deborah Van de Velde alias Bodesigns una artista belga che tra le altre cose decora la ceramica, ma soprattutto quella vintage, i servizi della nonna per intenderci, aggiungendo elementi graziosi freschi e moderni. Un’ idea bellissima a mio avviso, ma non chiederei alla nonna che cosa ne pensa 😉 …  ecco di cosa parlo:

74bf6a6c9d117d9cd21a260624e4c004 cd5a61f16ce4268095288443eb3e38ee

0a9482b6737281378739fdaa798e55cb
L’artista nel suo laboratorio a Aarschot, Belgio

2058aee2fe6b9da95a53ce193695b8cc

e9c406a8ce4fe517603ef1f9b9d28fc8

Non voglio qui discutere della tecnica decorativa, anche perché non è il mio campo, ma solo della inaspettata e originale combinazione di due stili così diversi, che fanno guardare con un occhio nuovo il solito servizio che si ha in casa.

Inoltre per me è davvero difficile non rispondere al richiamo del tè e di tutto il mondo che ci gira intorno… ma se avete letto anche solo un paio di articoli su questo blog, questo già lo sapete!

Vi prego di lasciarmi un commento, anche se magari, come la nonna, ritenete che le teiere così sono state irrimediabilmente rovinate XD !  A tutte voi buona domenica!